img_2587

Buon lunedì a tutti!
Come avete già potuto intuire dal titolo, il post di oggi non parlerà di libri. Ora non pensate che trasformerò questo angolino virtuale in qualcosa di diverso dall’idea originale, ma nell’ultimo periodo mi vestiva stretto uno spazio dedicato solo ai libri. Da qui l’idea di affrontare nuovi argomenti e parlarvi di altre mie passioni…
Dovete sapere che arrivo sempre tardi in ogni cosa, sia perché mi tengo lontana dalle mode e sia perché sono un’eterna indecisa e devo essere convinta al 100% prima di spendere i miei soldi.
Premetto che amo le candele e l’atmosfera che riescono a creare in casa. Purtroppo non ho un camino e mi devo accontentare del profumo e del gioco di luci che sprigiona la candela. E poi parliamoci chiaro, amo avere la casa profumata ma non grazie ai vari spray o diffusori che troviamo nei supermercati. In tutti questi anni ho provato tantissime candele e di diverse marche, nell’ultimo periodo le acquistavo da ikea perchè avevo trovato un buon compromesso con la giara LUGGA a due stoppini. Però nessuna era mai all’altezza e dotata di un profumo deciso, in grado di passare in stanza e stanza sentendo la differenza.
Ero scettica riguardo alle Yankee Candle e avevo paura di sprecare i miei soldi acquistando ulteriori candele che, sicuramente, non profumavano più di altre. Anche perchè c’è da considerare che il marchio YC non è poi così tanto economico.
Un giorno mi sono imbattuta in una foto su Instagram e, leggendo tra i vari commenti, mi sono finalmente decisa. Tutte ne parlavano così bene che mi sono detta “o sono state pagate o sarà davvero così”.
In questo post vi racconterò brevemente la mia esperienza e raggrupperò tutti i consigli che posso darvi in merito all’argomento.
Ve lo dico subito: se non volete entrare in questo tunnel, non comprate MAI delle Yankee Candle e chiudete subito questa pagina. Creano dipendenza!

 

CHE COSA SONO?

senza-titolo-1-copia

Yankee Candle è un’azienda americana nata nel 1969. Produce candele utilizzando olii essenziali ed estratti naturali dalle materie prime per ricreare un profumo più autentico possibile e meno artificiale. Esistono diversi formati, sia per casa che per auto, dalle jar grandi, alle medie, fino ai lumini e alle tarts da bruciaessenze, agli spray, ai diffusori elettrici ecc…
Per chi desidera acquistare una yankee candle ha solo l’imbarazzo della scelta. Ha a disposizione un’ampia gamma di fragranze sempre aggiornata, soprattutto con l’alternarsi delle stagioni e delle festività. Alcune sono disponibili solo in edizione speciale, quindi in quel caso vi consiglio di fare scorta se vi piace qualcosa.

QUANTO DURANO?

Per profumare casa esistono tre formati di Yankee Candle: tarts, votivi e giare. Prima di scrivere questo post ho voluto provare tutti e tre i formati per fare un confronto ed essere il più sincera e trasparente possibile.
Le tarts sono quelle che profumano di più in assoluto e penso anche quelle più economiche e con più libertà di utilizzo. Mi spiego meglio, le tarts non sono vere e proprie candele, perchè non presentano lo img_0095stoppino. Sono simili a delle cialde che devono essere bruciate sopra un apposito bruciaessenze. I negozi YC hanno i loro bruciaessenze che possono essere di prezzi differenti e formati diversi, ma potete tranquillamente comprarne anche di concorrenza e a prezzo inferiore. Quello che posso consigliarvi è: meglio avere la vaschetta a parte ( intendo dove si scioglie la tart) e facilmente removibile, e che la distanza tra tealight e la vaschetta sia sufficientemente alta.
img_0101In molti tendono a riutilizzare la tart sciolta con una seconda bruciatura, io ho provato e devo dire che per alcune profumazioni l’effetto non è stato poi così gradevole (sembrava quasi odore di bruciato), ma in linea generale sentirete una profumazione molto ma molto leggera. Personalmente dopo una volta tendo a buttarle perchè amo il profumo intenso, però mi è capitato di riutilizzarle qualche volta. Il mio consiglio è quello di non bruciarle più di due volte.
Le tarts sono più malleabili proprio perchè ricche di olii essenziali e possono essere facilmente spezzettate per l’utilizzo. Fate un calcolo in base alla grandezza della stanza e dall’intensità che volete ottenere. Di solito 1/4 è già sufficiente. La durata è legata alla tealight, potete comprare il pacco da 100 da Ikea, e si aggira attorno alle 5 ore.

I votivi sono piccole candele che devono essere bruciate dentro un bicchiere o un contenitore. Si sente più della giara piccola ma mai quanto la tart. Ho provato anche a spezzettarla e a usare la cera come se fosse una tart, e devo dire che acquistava di intensità. Quindi potete anche valutare l’idea di questa alternativa, ma non so quanto il gioco valga la candela anche a livello economico. La durata del votivo è di circa 15 ore, molte di più se lo usate come una tart.

Passiamo al tasto dolente: le giare! Allora, ne ho acquistate due perchè effettivamente fanno la loro figura da accese e mi piaceva l’idea di avere una candela con lo stoppino. Vi ricordo che il prezzo della giara non è così basso, anche se vi garantisce parecchie ore di utilizzo. 15027462_826438960829581_62233347365729717_nCi aggiriamo intorno alle 40 ore per la giara piccola, alle 90 ore per la giara media e 150 ore per la giara grande. La delusione è stata imminente: non hanno la stessa intensità di profumo di una tart. Ovvio che profumano e anche tanto, ma paragonate alle tarts hanno già perso in partenza. Poi c’è da dire che se acquistate una giara siete “costretti” a utilizzare sempre la stessa fragranza, cosa che con le tarts non succede. Se vi stufate di una profumazione, potete tranquillamente cambiarla il giorno dopo.

DOVE POSSO COMPRARLE E QUANTO COSTANO?

I prezzi sono fissi all’interno dei rivenditori autorizzati Yankee, ma potete trovarle a meno anche presso catene come la Coin, Kasanova, e altri negozi di articoli per la casa. In linea generale costano 2.25 per la tart, 2.65 per il votivo e dai 11.90 ai 29.90 per la giara.

Vi ricordo che ogni mese troverete due profumazioni in offerta e scontate del 25%. Ed è proprio questo il momento in cui conviene fare scorta… ovviamente se c’è qualcosa che vi piace.

Il mio consiglio è: provate la tarts prima di acquistare una giara. Non è detto che quella profumazione, una volta accesa, vi farà impazzire e sarà molto più semplice smaltirla o regalarla.

CONSIGLIO O NON CONSIGLIO?

Certo che sì. Vi assicuro che vi innamorerete di queste candele e non vi stuferete mai. E non lo dico per spingervi a comprare, anche perchè non mi torna niente in tasca, ma avete la mia parola che non saranno soldi spesi male.

Tenetevi pronti che in settimana ci sarà la mia top 5 :)

Lucrezia Scali
Written by Lucrezia Scali

    2 commenti

  1. Alessia Capolongo 29 novembre 2016 at 13:00 Rispondi

    Le YC sono la mia nuova ossessione 😭 questo post mi è piaciuto tantissimo e aspetto con ansia il post sulle tue candele preferite!!!

Leave a Comment